Le corrette vie di fuga nei luoghi pubblici prevedono l’installazione delle porte antipanico, generalmente contraddistinte dai tipici maneggioni a barra orizzontale. Gli edifici affollati devono prevedere un piano di emergenza per arginare e abbattere le possibilità di rischio in caso di incidenti e incendi. Per questo motivo vengono installati sistemi adeguati a rispondere all’insorgere di questi problemi, come gli estintori, gli allarmi, ed anche le porte antincendio o antipanico. L’obbligo di installazione non si estende a tutti gli edifici, ma solo a quelli che possiedono determinate caratteristiche, stabilite da un apposito decreto risalente al Novembre del 2004. La norma descrive in modo preciso come debbano essere gli accessori dei serramenti antipanico, segnalando in particolare modo la necessitò di maniglie speciali, che consentono in modo agevole e rapido l’apertura della porta. Allo stesso tempo la normativa comprende indicazioni di carattere più generale riguardanti la manutenzione, l’installazione e la sostituzione delle maniglie e degli altri dispostivi delle porte antipanico. Contattando il fabbro per un preventivo d’acquisto su di una porta antipanico, potrete stabilire i tempi di installazione e di consegna, oltre ad un programma ciclico di manutenzione che con costanza e a scadenza regolare provvede a verificare lo stato delle porte antipanico per fare in modo che siano sempre perfettamente funzionanti ed efficienti.